Cari Sguazzanti, stiamo attraversando, ormai da un po’ di tempo un periodo particolarmente difficile, duro e triste. Il COVID-19 ha stravolto letteralmente la nostra Vita, le relazioni, gli affetti. Stiamo combattendo tutti una battaglia dove a ciascuno viene chiesto di fare la propria parte, seguendo delle regole ben precise per evitare il diffondersi dei contagi. Ci chiedono di vivere una “normalità diversa” fatta di nuove regole che prevedono la distanza sociale, il contingentamento delle relazioni e a volte addirittura la solitudine in quarantena.

L’uomo è per sua natura un essere in continua relazione col mondo circostante e coi suoi simili. Ha bisogno del tocco dell’altro, del calore di un sorriso, dell’emozione nata da una carezza e di un abbraccio fraterno. Ma ciò che sta accadendo in questo periodo, oltre a destabilizzarci, ci spaventa e ci rende ancor più fragili….

Nasce così quest’idea di creare uno spazio di condivisione “letterario” con lo scopo di raccogliere delle testimonianze che lascino traccia del momento che stiamo vivendo, ci facciano sentire meno soli e ci aiutino a non dimenticare.

Scrivere può mettere ordine nei pensieri e può aiutare a sentirsi meglio: chi vuole può provare a raccontare dentro questo spazio dedicato, cosa pensa, come ha vissuto la quarantena, e soprattutto come immagina la ripartenza e il proprio futuro.

Le Vostre testimonianze andranno inviate all’indirizzo e-mail racconti@sguazzi.org. Verranno raccolte e se volete verranno condivise sul sito Sguazzi anche in forma anonima. Sarà nostra cura una volta ricevuto il racconto, chiedervi le modalità di diffusione che preferite.

Nel prossimo futuro, appena le condizioni socio-sanitarie miglioreranno ed avremo il via libera dalle istituzioni, ci piacerebbe comunque ritrovarci nuovamente nella realtà, per uno scambio fraterno di condivisione.

Buona scrittura.


Facebooktwitterlinkedinmail