banner_progetto_esodoNell’ambito di In necessità Virtù 2013, vogliamo realizzare un video (di 30 minuti circa) per documentare le attività che fanno capo al Patronato San Vincenzo di Sorisole, fondato e diretto da don Fausto Resmini.
Una comunità che ospita minori con problemi penali e assiste ogni tipo di emarginazione, distribuendo cibo, vestiti, alloggiando temporaneamente senzatetto, seguendo pratiche legali e mediche di persone povere e malate. In particolare il nostro interesse si focalizzerà sul Servizio Esodo. Seguiremo i molteplici percorsi del camper che la comunità possiede, fino ai luoghi di destinazione delle attività come SERT, stazione, ospedale, carcere, mense, questura.
Il consenso delle persone riprese o ascoltate verrà sempre garantito. Il personale della comunità informerà circa la presenza degli operatori e li presenterà come professionisti che stanno attuando il progetto di documentare ciò che avviene, per averne memoria storica.

La realizzazione del video per Progetto Esodo raccoglie fondi tramite la piattaforma di crowdsourcing Kendoo www.kendoo.it

In prima visione Sabato 7 Dicembre 2013, alle 21:30, a Bergamo presso l’Auditorium Piazza della Libertà

Progetto Esodo è un servizio di educativa di strada per persone, italiane e straniere, che si trovano in una condizione di emarginazione e nella maggior parte dei casi senza fissa dimora. La peculiarità del servizio è la “bassa soglia”, ovvero la rinuncia a porre soglie di ingresso a chi ne usufruisce: l’offerta di risorse precede la domanda di aiuto, la disponibilità e l’accoglienza precedono ogni discorso. È innanzitutto un andare incontro, là dove il bisogno si rende visibile e si esprime. Proprio per l’importanza del servizio offerto e per le modalità con cui si attua, ci sembra importante renderne testimonianza – una vera e propria memoria storica – attraverso il documentario che intendiamo realizzare. Inoltre il linguaggio cinematografico è una delle forme d’arte che In Necessità Virtù vuole utilizzare per esplorare il tema della marginalità e della povertà. La scelta di focalizzarci su un servizio della nostra città, così radicato sul territorio e nel tessuto sociale, ci è sembrato il valore aggiunto alla nostra idea.


Facebooktwitterlinkedinmail