Finalmente, dopo mesi di incontri, videoconferenze, organizzazione di serate di raccolta fondi e produzione di marmellate solidali, la prima fase del progetto Telemedicina si è conclusa con l’acquisto e l’invio a Man (Costa d’Avorio) di un Ecocardiografo digitale con possibilità di refertazione a distanza.

Il progetto Telemedicina, nato grazie alla collaborazione tra Sguazzi e ACIM (l’associazione di volontariato ivoriana partner di Sguazzi) si propone di rendere accessibili e sostenibili le cure mediche necessarie per i pazienti cardiopatici di Man e della Regione delle 18 Montagne, evitando loro impegnative e costose trasferte nella capitale, Abidjan.

I medici dell’ospedale di Man si avvalgono della collaborazione a distanza di medici cardiologi che operano nella cittadina di Bouaké, a circa 350 km, dove gli esami verranno inviati via internet, refertati e inviati di nuovo al medico in loco.
Questo è il breve video che gli amici di ACIM ci hanno inviato al momento della ricezione dell’apparecchiatura.

 


A breve pubblicheremo un rapporto più dettagliato delle attività, dei fondi raccolti e delle spese sostenute finora per il progetto.
Nel frattempo il progetto “Una biblioteca per l’ospedale di Man” ringrazia tutti quelli che a vario titolo ci hanno sostenuto in questo periodo, tra cui:


Facebooktwitterlinkedinmail